Imposta Biellacitta come Pagina Iniziale - Set Biellacitta as Home page Aggiungi Biellacitta ai tuoi Preferiti   biella it          
  biella          
 
Home Biella
Forum Biella
Chat Biella
Link Biella
Web Design Biella
Pubblicità Biella
Collabora
Faq
Guida Portale Biella
Contatta Biellacitta.com
 
Speciali Biella
tessile biella
webmaster biella
oropa
informatica biella
biella lavoro
immobiliare biella
cucina biellese
Game Central biella
salute e benessere
From World biella
Che tipo di connessione usi ?
14.4
28.8 - 33.6
56
64 Isdn 1 lin.
128 Isdn 2 lin.
adsl 256
adsl 640
superiore
 
   
web cam oropa

OROPA

cartina biella
 
ARTICOLI FAQ GUIDA FORUM COLLABORA
In collaborazione con : Ed. Leone & Griffa

MINESTRONE DI TRIPPA

Autore: B. Zumaglini



Questo era un piatto tipico che si preparava una volta alla settimana nelle osterie del Biellese. Dal 1919 al 1935, è esistita l’osteria Borgo Nuovo, a Biella, nell’attuale via Vignetto ; era condotta da due cognate, le signore Emma e Giuspin-a Bona. Tipica osteria : al mattino venivano serviti grappini, più tardi il bicchiere di bianco e, a mezzodì, le buone cuoche servivano ai clienti lavoratori piatti semplici ma curati ed abbondanti, accompagnati da un leggero vinello. Le bottiglie di barbera venivano sturate solo in certe occasioni : per esempio, quando gli uomini seduti al tavolo discutevano per firmare accordando un contratto di lavoro, quasi sempre artigi[REMOVED BAD WORLD]. Tornando alla trippa, ecco come la cucinavano Emma e Giuspin-a. In quei tempi, la trippa veniva venduta non troppo pulita, perciò si doveva lavare in molte acque, raschiare con il coltello per togliere le impurità e tutto il grasso possibile. Oggi invece, la troviamo sino troppo bianca. Procurarsi della trippa mista : figliolo, riccia, millefoglie, lavarla ancora molto bene e tagliarla a pezzi. Lavare due carote, due patate, qualche gambo di sedano, una cipolla ; tagliare tutto a pezzi e mettere in padella con poco prezzemolo tritato , rosmarino e altre erbe aromatiche a piacere : non devono mancare una foglia di alloro ed una spicchio d’aglio. Unire la trippa, volendo un pugno di fagioli secchi precedentemente tenuti a bagno per una notte, un po’ di olio di oliva e sale ; coprire abbondantemente con acqua , portare a bollore a recipiente coperto e lasciare cuocere a lungo e a fuoco basso, per quattro,cinque ore. Se non è possibile cuocerla sulla stufa a legna, usare la piastra elettrica sul minimo. La trippa riccia sarà quella che renderà cremosa e legata questa minestra, che si può considerare piatto unico.


Tratto da : "dalla madia al fuoco del camino" :-: Edizioni Leone & Griffa


 
 

Copyright © 2000-02 biellacitta.com - Tutti i diritti sono riservati / All rights reserved
E' vietata la riproduzione anche parziale -Risoluzione ottimale 1024 x 768
Attenzione : Tutto il sito è stato progettato e realizzato da Biellacitta.com
NON è stato utilizzato nessun prodotto Nuke e affini
MTB Biellese Biellaonline
Casaliggi Webstyler
...vuoi il tuo link qui ?
Shoutbox attualmente disabilitato a causa del continuo spam. Stiamo aggiornando versione :-)
  @biellacitta.zzn.com
 
IN FASE DI COMPLETAMENTO
IN FASE DI COMPLETAMENTO