Imposta Biellacitta come Pagina Iniziale - Set Biellacitta as Home page Aggiungi Biellacitta ai tuoi Preferiti   biella it          
  biella          
 
Home Biella
Forum Biella
Chat Biella
Link Biella
Web Design Biella
Pubblicità Biella
Collabora
Faq
Guida Portale Biella
Contatta Biellacitta.com
 
Speciali Biella
tessile biella
webmaster biella
oropa
informatica biella
biella lavoro
immobiliare biella
cucina biellese
Game Central biella
salute e benessere
From World biella
Che tipo di connessione usi ?
14.4
28.8 - 33.6
56
64 Isdn 1 lin.
128 Isdn 2 lin.
adsl 256
adsl 640
superiore
 
   
web cam oropa

OROPA

cartina biella
 
Il Piazzo Burcina
Ricetto La Bessa
Oasi Zegna Piedicavallo
Graglia

GRAGLIA

Autore: Biellacitta


Il Santuario della Madonna di Loreto



Nel 1629 Don Agostino Dal Pozzo ideò di costruire un grande Santuario a metà strada tra la chiesa di San Carlo e quella di Campra, in una località dove già vi sorgeva una cappella rappresentante la Santa Casa di Loreto.

Il Santuario di Graglia venne iniziato nel 1659 su disegni di Pietro Arduzzi, ma fu terminato solamente verso il 1760, dopo che parte dei disegni vennero modificati da Bernardo Antonio Vittone.

Nel 1785 la costruzione della cupola, con finto cupolino poneva termine ai lavori in muratura, lasciando però incompleta, come lo è ancora, la facciata.

La chiesa a croce greca, ha una splendida facciata in cotto. L’interno, molto ampio, è reso più vasto e luminoso dalla cupola ottagonale di 38 metri di altezza, cui si somma l’eccezionale effetto prospettico creato dal cupolino dipinto da Fabrizio Galliari. L’altare maggiore, realizzato in marmi policromi con altorilievi, è opera di Antonio Catella.

Di particolare interesse sono: la statua della Madonna di Loreto (XVII secolo) collocata nel sacello, alla sinistra dell’altare maggiore. Due imponenti pale, sugli altari laterali, opere di Mauro Piccinardi.

Il Santuario fu dapprima affidato ad un collegio di quattro sacerdoti, portato a otto successivamente. Nel 1801, durante il dominio napoleonico, fu affidato ad un “Comitato di beneficenza” e divenne sede di un collegio di scuole. Caduto Napoleone, nel 1826 il re dava al santuario una congregazione amministratrice formata da cinque membri, sotto l’approvazione del vescovo di Biella, due dei quali, il parroco e il sindaco di Graglia. Nel 1849 veniva trasformato in “Opera Pia Laicale e Santuario di Graglia” e nel 1893 si toglieva il titolo di Santuario, e si escludeva il parroco di Graglia dall’amministrazione.


Copyright © 2000-02 biellacitta.com - Tutti i diritti sono riservati / All rights reserved
E' vietata la riproduzione anche parziale -Risoluzione ottimale 1024 x 768
Attenzione : Tutto il sito è stato progettato e realizzato da Biellacitta.com
NON è stato utilizzato nessun prodotto Nuke e affini
MTB Biellese Biellaonline
Casaliggi Webstyler
...vuoi il tuo link qui ?
Shoutbox attualmente disabilitato a causa del continuo spam. Stiamo aggiornando versione :-)
  @biellacitta.zzn.com
 
IN FASE DI COMPLETAMENTO
IN FASE DI COMPLETAMENTO